15ª: Voltrese-Pegliese 2-2

domenica 21 dicembre 2008 alle 19:38 | Pubblicato su Campionato | 1 commento

Il 2008 si chiude con una bella doppietta di Trocino ma con un pareggio che lascia un grande rammarico e una classifica sempre più difficile da scalare.

Le partite però sono ancora tante, e bisogna ancora crederci: forza ragazzi!!

Ecco come il giornalista Roberto Bordi commenta l’incredibile gara di questo pomeriggio:

Mister Bazzigalupi l’ha sostenuto, per l’ennesima volta quest’anno, alla fine della partita: “La Pegliese é viva più che mai e lo dimostrerà“. E’ con questo spirito che gli uomini di Bazzigalupi sono scesi in campo quest’oggi ad Arenzano in una sfida che sapeva tanto di ultima spiaggia. La Voltrese, d’altronde, è una diretta concorrente per la salvezza ed i tre punti servivano come il pane: sia per il morale, che, soprattutto, per ridurre il distacco dalla quart’ultima in classifica.

E poco importa se i pegliesi non sono riusciti nel loro intento, vedendo sfumare negli ultimi minuti una vittoria che fino all’ottantesimo minuto sembrava più che probabile e che invece ha rischiato persino di tramutarsi in sconfitta, quando il sempreverde Patrone, classe 1973, buttato nella mischia nel secondo tempo da mister Repetto, si è mangiato il gol del 3-2 tutto solo davanti a Bombardieri, migliore in campo. Non c’è stata la beffa per la Pegliese, ma che rabbia oggi l’arbitraggio del “signor” Rofino di Genova (se lo conoscete fate un fischio!), sciaguratamente assistito dai compagni di sventura Cuccu (di Genova, e non di Calangianus come si potrebbe pensare) e Delfino. In 25 minuti, tra il 65′ ed il 90′, ha comminato quattro espulsioni ai nostri calciatori Oggianu, Cavanna, Del Ponte e Piazza. E se il primo rosso ci poteva stare, visto il fallo da ultimo uomo che Oggianu ha commesso per evitare che l’avversario si trovasse a tu per tu con Bombardieri, gli altri sono esagerati e frutto dell’incapacità del direttore di gara, permaloso e strafottente, che con il suo atteggiamento ha contribuito a spezzare di netto i nervi, già tesi come corde di violino, di Del Ponte e Cavanna, la cui ira é esplosa a dieci minuti dal termine dopo il rigore – ad essere sinceri, apparso piuttosto netto – fischiato agli avversari. L’episodio del penalty é uno dei pochi azzeccati dal povero Rofino. Ma lasciamo perdere le giacchette nere, di cui abbiamo già parlato abbastanza, e parliamo della partita.

La Pegliese si dispone in campo con una sorta di 3-5-1-1, con Grea a fare il Criscito della situazione – pendolino tra la difesa ed il centrocampo, e Varone ad aiutare Alan Trocino, terminale offensivo dalle indubbie doti tecniche. La Voltrese, sostenuta da un pubblico molto rumoroso ed efficare nel compito di motivare i propri beniamini, parte bene ma la Pegliese non si scompone. Il fortino organizzato da Bazzigalupi resiste e quando la squadra si distende diventa pericolosa; come al 17′, quando Trocino s’inventa una serie di dribbling e dalla distanza fa partire un tiro debole facile preda di Colombi. Tre minuti dopo la Pegliese, per la prima volta in questo campionato, si porta in vantaggio. Varone s’incarica di battere un calcio di punizione dalla destra, pennella un cross al bacio per Trocino che da una decina di metri stacca più in alto di tutti e di testa mette in rete. Tripudio nello staff dei marinai che purtroppo si tramuta presto in rammarico; poco dopo, infatti, la difesa si fa abbindolare da Icardi che su calcio da fermo trova Di Donna tutto solo in mezzo all’area di rigore: stop e tiro che termina inevitabilmente in gol. Dal 23′ fino alla fine del primo tempo in campo si vede solo la Voltrese, e solo una strepitosa doppia parata di Bombardieri, tra il 32′ ed il 34′, ci salva.

Nel secondo tempo, dopo un leggero sbandamento iniziale, la Pegliese si risveglia dal lungo torpore e con “i soliti noti”, parafrasando il titolo di un noto film, Varone e Trocino confeziona la rete che vale il nuovo vantaggio. Cross in mezzo, Varone spizzica di testa per Alan Trocino che si libera con astuzia di un avversario e dalla sinistra fa partire un diagonale che con l’aiuto del palo opposto finisce in rete. L’allenatore della Voltrese prova a scuotere i suoi e fa entrare Patrone, che prima fallisce un calcio di punizione dal limite scaturito dal fallo da rosso di Oggianu, poi sigla su rigore, a dieci minuti dal termine, il punto del pareggio con conseguente disperazione dei nostri dirigenti e giocatori. Cavanna ed in particolare Del Ponte perdono le staffe e si fanno espellere dal poco comprensivo Rofino, che costringe i marinai a giocare in tripla inferiorità numerica. La Voltrese non ne approfitta ed anzi, deve ringraziare l’arbitro che non vede un fallo in area voltrese su Trocino per il quale ci poteva stare anche il penalty e che ha fatto imbestialire a fine match mister Bazzigalupi. Al 90′ Piazza già ammonito commette un fallo al limite dell’area: espulso e Pegliese in 7 uomini! L’arbitro fa l’ennesima figuraccia andando a consultarsi con la guardalinee Delfino, non sapendo se si debba fischiare la fine quando una squadra subisce quattro o cinque espulsioni, e scaturendo l’ilarità generale. I marinai resistono strenuamente fino al termine del quarto minuto di recupero ed ottengono un punto, benedetto per quanto successo nell’ultima parte della partita ma insufficiente se si considera che si era in vantaggio fin quasi all’ultimo.

Ora la pausa natalizia fino al 10 gennaio, quando la Pegliese salirà a Carcare priva di almeno cinque uomini (Surano ammonito era diffidato, più i quattro espulsi). Direte, “che ci andiamo a fare a Carcare? Sono fortissimi e hanno battuto persino l’Ospedaletti, é una sconfitta certa”. Bene, Bazzigalupi, con il suo atteggiamento aggressivo, tenace e belluino, vi risponderebbe: “Abbiamo perso tante battaglie, ma ce ne sono altrettante e se le affrontiamo con lo spirito giusto…Sappiate che la guerra non é ancora persa, e soltanto quando non ci sarà più speranza di vincerla ci arrenderemo“.

Maggiori informazioni sulla gara odierna nel sito ufficiale: http://www.pegliese.it/

In questa pagina i risultati completi della giornata.

Annunci

1 commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. any updates coming ?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: